Italia, riduzione strutturale deficit dello 0,3%

La manovra finanziaria per la legge di stabilità per il 2018, che l’Italia dovrà presentare alla Commissione europea entro il prossimo 15 ottobre, si baserà su una riduzione del deficit strutturale dello 0,3%. “Non è più controverso, ci sarà una riduzione dello 0,3% strutturale”, hanno affermato fonti qualificate italiane a Bruxelles, aggiungendo che con la…

DoBank presenta domanda di quotazione su Mta

DoBank ha presentato a Borsa Italiana la domanda di ammissione a quotazione delle proprie azioni ordinarie sul Mercato Telematico Azionario organizzato e gestito da Borsa Italiana, nell’ambito del proprio processo di initial public offering. La società si occupa della gestione e del recupero di crediti deteriorati per conto di banche e industrie. Nel contesto dell’Operazione,…

Fitch esclude M&A tra colossi bancari

Fusioni e acquisizioni tra banche di media grandezza all’interno dell’Ue sono più probabili di merger tra big. I motivi? Molti degli istituti più grandi hanno capitali ristretti ed è difficile convincere i membri del cda e gli azionisti che un consolidamento è una scelta saggia. E poi l’Antitrust può alzare qualche obiezione   Fusioni e…

Stangata Usa per Deutsche Bank

Il Dipartimento di Giustizia Usa ha proposto all’istituto tedesco di pagare 14 mld di dollari per chiudere l’indagine sui mutui subprime. DB ha detto di non voler pagare una tale somma, per gli analisti patteggerà 2/3 mld di dollari. Il titolo esce dalla lista dei titoli bancari europei preferiti da Kepler: “l’incertezza peserà sul prezzo…

Paesi emergenti 2017: slancio alla crescita da India, Russia e Brasile

Nonostante un possibile rallentamento della Cina, i paesi emergenti dovrebbero avvantaggiarsi dell’accelerazioni dell’India e del recupero di Russia e Brasile. Se anche la Cina dovesse rallentare un po’, la crescita dei paesi emergenti dovrebbe tendere ad un generale miglioramento verso il 2017 grazie al forte impulso dell’India e alla ripresa dalla recessione in Russia e…

SocGen batte le attese e scatta in borsa

Utile netto in aumento dell’8% a 1,46 miliardi per la banca francese   Nel secondo trimestre Société Générale ha registrato un aumento dell’utile netto superiore alle attese, per effetto della vendita della quota in Visa Europe, che ha controbilanciato le conseguenze della volatilità dei mercati e del calo dei tassi di interesse. In particolare, la…